I VERBALI del Consiglio Pastorale

9 febbraio 2021

Alle ore 20.30 Don Carlo introduce la serata invitandoci a pregare il Padre Nostro. La riflessione odierna è sulla lettera pastorale del nostro Arcivescovo sul tempo di Quaresima, il cui oggetto sono: la correzione fraterna, la penitenza e il Sacramento della Riconciliazione nella Comunità Cristiana. Ricorda inoltre ai membri del Consiglio Pastorale che è loro compito indirizzare la progettualità pastorale affinché la Diaconia possa trovare possibili modalità di attuazione.

Don Carlo ha posto le seguenti domande ai membri presenti:

  • Che riflessioni ha suscitato la lettera Pastorale dell’Arcivescovo?
  • Come viene vissuto nella parrocchie della Comunità il sacramento della Riconciliazione dopo questo tempo di pandemia?
  • Quali suggerimenti si potrebbero dare ai Sacerdoti affinché si possa riscoprire la bellezza di questo sacramento nonostante il tempo Covid?

Nella riflessione emerge che c’è la necessità nelle nostre parrocchie di riscoprire la bellezza del sacramento della Riconciliazione e la sua dimensione Comunitaria Ecclesiale.  Il problema è quello di sempre, riflette Daniela Ronchi: specie negli adulti questo sacramento non è più sentito come una volta. Raffaella Meroni condivide la riflessione dell’Arcivescovo che indica il sacramento della Riconciliazione come momento che aiuta a leggere la nostra vita, in cui esercitarci insieme. Bisogna ritrovare in noi la consapevolezza che c’è Qualcuno che ci chiama e vuole aiutarci con il Suo sguardo di Padre. Luisa Pontiggia ricorda bene i preziosi momenti di Confessione Comunitaria, scanditi da un momento di lettura della Parola di Dio, con preghiere, salmi e canti che favorivano una buona preparazione spirituale. Chiara Pellegatta condivide ciò che è stato detto sopra e specifica che nonostante la sua età, erano anche per lei significativi i momenti in cui si meditava insieme sulla Parola di Dio prima della confessione

Don Carlo coglie quindi il bisogno esistente nella nostra Comunità di rieducare la gente al sacramento della Riconciliazione e la necessità di rivitalizzare il momento di Confessione Comunitaria, attraverso una Celebrazione atta a riscoprire la dimensione Comunitaria e la dimensione Ecclesiale di questo sacramento.

Matteo Meroni suggerisce che potrebbe essere di aiuto alle persone che questo momento Comunitario possa essere proposto all’inizio di tutti i tempi liturgici dell’anno Pastorale.

Ferruccio de Toni mette in luce il fatto che il sacramento della Riconciliazione prevede l’incontro con un sacerdote e che per aiutare a riscoprire il senso di questo sacramento potrebbe essere utile che in ogni parrocchia ci sia un giorno e orario costante nel quale la persona che lo desidera possa trovare un sacerdote per accedere a questo sacramento.

Don Carlo chiede se può essere utile anche segnalare il nome del sacerdote che si può incontrare in tal giorno e a tal ora?

Non è essenziale, riflette Ferruccio, ma, sostiene Raffaella Meroni, può essere importante sapere che c’è quel sacerdote in tal giorno e in tal ora se si è abituati ad andare da quella persona per confessarsi.

 

Terminato questo momento di riflessione e dialogo, Don Carlo propone e sono approvate dai membri del Consiglio Pastorale presenti le seguenti mozioni:

  • Riscoprire e rivitalizzare la dimensione Comunitaria e la dimensione Ecclesiale (nella quale il sacerdote rappresenta il Magistero della Chiesa e i fratelli) del sacramento della Riconciliazione attraverso una Celebrazione Comunitaria che prevede indicativamente:
    1. un momento di proclamazione della Parola di Dio;
    2. se le condizioni lo consentono, un momento di dialogo scambio con i fedeli sull’esame di coscienza;
    3. un momento di confessione auricolare;
    4. un momento conclusivo comunitario.

Per il tempo di Quaresima 2021 si propone il primo venerdì 26 febbraio 2021

  • Al fine di valorizzare il richiamo alla Confessione si propone di attuare queste Celebrazioni Comunitarie in apertura di tutti i tempi liturgici che scandiscono l’anno Pastorale;
  • In ogni parrocchia sia possibile accedere al sacramento in giorno e orario costante, compatibilmente con le altre funzioni che potrebbero intercorrere (Esequie ecc.) e che possa essere esposto in parrocchia un cartello indicante il giorno e l’orario nel quale è possibile accedere al sacramento e quale sacerdote è presente.

Don Carlo poi illustra l’ipotesi di calendario Comunitario delle funzioni previste nelle varie parrocchie durante il tempo di Quaresima (Catechesi, Via Crucis adulti e ragazzi, Vesperi) e segnala che una Domenica in Quaresima sarà dedicata alla Raccolta Alimentare per la Caritas cittadina.

Avendo approvato le mozioni presentate la seduta è sciolta alle 21.30.

 

Barbara Binnella                                                                   Don Carlo Pirotta

LA SEGRETARIA                                                                     IL PARROCO

 

 

©2021 Designed By Utility Line Italia

Search