I VERBALI del Consiglio Pastorale

VERBALE CP - CAECP COMUNITARIO DEL 05/04/2017

A seguito di convocazione inviata dal Parroco Don Carlo Pirotta, in data 5 aprile 2017, alle ore 21.00  presso il Centro Parrocchiale di Baruccana, Parrocchia B.V.I. si riuniva il Consiglio Pastorale in seduta congiunta con il  Consiglio Affari Economici delle Parrocchie costituenti la Comunità Pastorale S. Pietro da Verona, con il seguente Ordine del Giorno:

Presentazione dei rendiconti e dialogo su di essi. Individuazione della data del CPCP straordinario sulle scuole parrocchiali.

Sono presenti i membri del Consiglio Pastorale come da firme apposte sull’elenco presenze allegato al presente verbale, mentre per il Consiglio Affari Economici sono presenti i sigg. Massimo Monti, Alessio Girolamo, Daniela Ronchi, Pelucchi Giulia, Ponti Filippo, Rusconi Attilio, De Toni Ferruccio. Sono presenti anche i membri della diaconia: Don Eugenio Penna, don Donato Vicini, don Massimiliano Colleoni, le ausiliarie Maria Roggiani e Paola Monti, Flavia Dusi, Maria Curtosi . Presiede il Parroco don Carlo Pirotta, segretaria Daniela Ronchi.

Dopo una breve lectio sul vangelo e una preghiera iniziale invocando la benedizione di Maria, il Parroco dà inizio all’assemblea con una introduzione relativa ai rendiconti economici, allegati al presente verbale, delle quattro Parrocchie costituenti la Comunità Pastorale e distribuiti a ciascuno dei presenti, con relative note sia sulle cifre presentate per il 2016, sia sul badget per il 2017 con i relativi obiettivi minimi che ciascuna Parrocchia si prefigge di raggiungere.

Poiché i rendiconti non hanno potuto essere consegnati prima ai membri del Consiglio Pastorale e ai membri della diaconia, gli stessi non hanno avuto tempo e modo di vederli e riflettere su quanto indicato e proposto. Don Carlo propone quindi di terminare l’assemblea alle ore 22.30 dando modo a ciascun consigliere di chiedere eventuali delucidazioni e proposte di getto, ma invitando ad una seria ed approfondita riflessione personale successiva, comunicando poi a lui o ad altri membri di riferimento eventuali ulteriori consigli.

Il Parroco ribadisce che sui conti indicati per il 2016 le considerazioni devono essere limitate, essendo soldi già spesi e quindi non più modificabile. Scopo del Consiglio Pastorale è, appunto, consigliare e quindi chiede ai membri consigli per il futuro.

Per quanto riguarda inoltre le cifre indicate sul prospetto per il 2016, si precisa che alcune voci non sono omogenee per tutte le Parrocchie, in quanto possono essere imputate a voci diverse (es. offerte per opere straordinarie/offerte ordinarie), ma da quest’anno tutte le Parrocchie avranno le voci contabili imputate in modo similare.

Il Parroco invita quindi i responsabili amministrativi presenti ad illustrare brevemente i rendiconti e le relative note.

 

Inizia per la Parrocchia di S. Pietro M. il Sig. Alessio Girolamo, leggendo la nota ed evidenziando la riduzione di alcune voci delle entrate e la spesa straordinaria per l’impianto audio della chiesa parrocchiale, portando così il bilancio in negativo di circa euro 18.000. La Parrocchia ha pertanto dovuto ricorrere ai risparmi per pareggiare. L’obiettivo minimo da raggiungere per il 2017 è il pareggio di bilancio e l’inizio della costruzione del centro parrocchiale portando tutte le strutture in un solo posto.

 

Prosegue per la Parrocchia B.V. Immacolata il sig. Ponti Filippo, che  segnala anche per loro una flessione  delle entrate per le offerte in generale.  L’oratorio invece è in attivo, ma la gestione dello stesso ha comportato un incremento notevole delle spese. Il risultato finale è di un passivo di circa euro 54.000. Gli impegni da raggiungere sono: definire i sospesi con il Comune per i permessi; installare la video sorveglianza; proseguire nel piano di restituzione del mutuo in corso. Si informa che una possibile entrata potrebbe essere costituita dalla concessione al Comune, che ne ha fatto richiesta esplicita, di tre aule dell’oratorio da adibire a scuola pubblica.

 

 

 

 

Per la Parrocchia SS. Gervaso e Protaso il sig. Monti Massimo conferma sostanzialmente l’importo delle entrate relative alle offerte, ad eccezione di quelle natalizie in forte diminuzione, mentre vi sono state entrate straordinarie dovute ad eredità. Si ricordano altresì i prestiti effettuati alle Parrocchie di S . Pietro M. (scuola) e B.V.Immacolata. Per il 2017 l’impegno della Parrocchia è la ristrutturazione dell’oratorio PaoloVI.

Il bilancio si è chiuso in attivo di circa euro 62.000.

 

Per la Parrocchia S. Carlo, essendo assente giustificato il sig. Zago Emilio, legge le note la sig.a Dusi Flavia. Si rileva che le entrate hanno avuto una riduzione per quanto riguarda le offerte natalizie, come nelle altre Parrocchie. E’ stato possibile ristrutturare il salone San Carlo grazie ad un prestito privato. Si leggono anche le uscite per opere straordinarie. Il bilancio della Parrocchia si è chiuso comunque in attivo di circa euro 25.000. Per quanto riguarda il 2017 è già stato realizzato l’impianto di video sorveglianza a seguito dei ripetuti atti vandalici all’oratorio, mentre occorre ancora completare la messa a norma della centrale termica. Inoltre si provvederà al rimborso del prestito privato come da accordi.

 

Dopo aver ricordato il dovere di riservatezza relativo alla discussione che seguirà, mentre i dati saranno pubblicati ufficialmente, don Carlo comunica due aggiornamenti su scuole e società sportive.

Scuole . La scuola di Baruccana non ha praticamente debiti, mentre S. Pietro è pesantemente indebitata. Don Carlo è in contatto con gli avvocati della Curia che hanno proposto di costituire un’associazione con un Consiglio di Amministrazione che gestirà le scuole in nome  e per conto delle Parrocchie. Detto sodalizio sarà un Ente Terzo rispetto alle Parrocchie, avrà le strutture in comodato d’uso o come diritti di superficie. Gli oneri della manutenzione sono diversi per le due forme, mentre i T.F.R. resterebbero a carico delle Parrocchie, non volendo gravare di debiti l’Ente.

Per le società sportive, anche l’avvocato della Curia conferma che se le attività non sono finalizzate a quelle specifiche della Parrocchia, le strutture non vanno messe a disposizione. In linea di massima don Carlo propone di fare due contratti di comodato d’uso: uno per i minori, da considerarsi istituzionale, e uno per gli adulti. Le tariffe da chiedere saranno diverse, maggiorate per gli adulti come avviene anche per gli  impianti sportivi comunali. I due contratti saranno unici per le 4 Parrocchie della ns. comunità, con ripartizione da studiare in base alla struttura utilizzata.

 

Il Parroco invita i presenti ad intervenire.

Il sig. Lecchi ringrazia il Parroco per i lavori alla palestra di S. Carlo. Per l’avvenire consiglia di continuare su questa strada.

Per il rendiconto di Baruccana si chiedono spiegazioni in merito alla diminuzione delle offerte. Sig. Ponti precisa che sono in riduzione come numero i Sacramenti celebrati, e le cresime l’anno scorso si sono celebrate in Duomo. Le offerte per le messe sono diminuite. Il consigliere Simonetti raccomanda di concedere le aule per la scuola Comunale solo durante gli orari scolastici, in modo da non sottrarre spazi alle attività oratoriane. Don Carlo precisa che sarà solo temporaneamente, uno o due anni, il tempo per il Comune di ampliare la scuola già esistente.

Il Consigliere De Toni rileva che tutte le Parrocchie hanno una riduzione sensibile delle offerte, tanto da mettere in discussione la gestione delle strutture e quindi si dovrebbe cercare di sollecitare la sensibilità dei parrocchiani a prendersi carico della sostenibilità, evitando sprechi anche minimi, non essendo più possibile usufruire delle strutture senza adeguato ritorno.

Il consigliere Cristoferi ritiene che, oltre all’aumento delle entrate, occorre revisionare le spese, riducendole, ma la gestione straordinaria non può essere gestita con i proventi della gestione ordinaria. Per quanto riguarda le scuole suggerisce di conferire liquidità alla gestione terza – Associazione – pari all’importo del T.F.R. , che permetterebbe alle Parrocchie di liberarsi dal relativo debito. Il problema però, è reperire la liquidità.   Intervengono altri consiglieri con varie riflessioni sull’ente terzo, il cui compito primario è sollevare i Sacerdoti, in particolare il Parroco, dai gravosi oneri di tipo amministrativo e gestionale.

Il sig. Monti interviene con alcune spiegazioni in merito ai debiti delle due Parrocchie di S. Pietro e B.V. Immacolata.

Su richiesta di alcuni consiglieri, il sig. Ponti fornisce in dettaglio informazioni sul debito complessivo della Parrocchia B.V. Immacolata che ammonta a circa unmilione di euro, debito che praticamente nel  2016 non è sceso.

Il consigliere Cazzaniga propone che si potrebbe investire in una struttura unica per tutte le Parrocchie anziché in piccole attività separate. Si chiede inoltre come potrà la nuova associazione delle scuole pareggiare i conti. Don Carlo risponde che occorrerà ritirarsi e giocare in difesa.

Il consigliere Cristofili propone di disinvestire per poter poi investire da un’altra parte.

Si ribadisce che la Parrocchia non è un’azienda, anche se di fatto è la terza azienda di Seveso, ma il criterio di gestione deve essere diverso.

La consigliere Ghirardi chiede spiegazioni per S. Pietro. Il debito è della scuola e anche Madesimo è in perdita, non essendo più aperta.

Si riconosce che occorre coinvolgere i parrocchiani nei progetti e suscitare entusiasmo.

Don Carlo ribadisce che gli investimenti vanno fatti con intelligenza, con tempi e modi diversi in modo da non creare debiti. I tempi sono cambiati rispetto a qualche anno fa. Occorre innescare nuovi processi, tessere una nuova rete di comunicazione (es. gli operatori pastorali territoriali).

Il consigliere De Toni invita ad accompagnare la pubblicazione dei rendiconti con un articolo esplicativo.

 

Null’altro avendo da discutere, si toglie la seduta alle ore 22.30 circa.

Seveso, 05 aprile 2017                                 

La segretaria Daniela Ronchi                                                                      Il Parroco Don Carlo Pirotta

©2020 Designed By Utility Line Italia

Search