IL VANGELO DEL GIORNO

Risultati immagini per In principio era il Verbo

Pr 8,22-31; Sal 2; Col 1,13b.15-20; Gv 1,1-14

29/12 DOM - DOMENICA NELL’OTTAVA DI NATALE [A]

La nostra fede confessa che il Verbo, che si è fatto carne nel seno della Vergine Maria, era in principio, era presso Dio, era Dio. Qual è la relazione tra Dio e il Verbo anche Lui Dio? La relazione è di generazione eterna. Questa verità è già rivelata nell’Antico Testamento: “Perché le genti sono in tumulto e i popoli cospirano invano? Insorgono i re della terra e i prìncipi congiurano insieme contro il Signore e il suo consacrato: «Spezziamo le loro catene, gettiamo via da noi il loro giogo!». Ride colui che sta nei cieli, il Signore si fa beffe di loro. Egli parla nella sua ira, li spaventa con la sua collera: «Io stesso ho stabilito il mio sovrano sul Sion, mia santa montagna». Voglio annunciare il decreto del Signore. Egli mi ha detto: «Tu sei mio figlio, io oggi ti ho generato. Chiedimi e ti darò in eredità le genti e in tuo dominio le terre più lontane. Le spezzerai con scettro di ferro, come vaso di argilla le frantumerai». E ora siate saggi, o sovrani; lasciatevi correggere, o giudici della terra; servite il Signore con timore e rallegratevi con tremore. Imparate la disciplina, perché non si adiri e voi perdiate la via: in un attimo divampa la sua ira. Beato chi in lui si rifugia” (Sal 2,1-2). Il Messia non è solo un uomo. È il Figlio che il Padre ha generato, oggi, che è l’oggi eterno, l’oggi senza inizio e senza fine. Il Verbo mai ha iniziato ad esistere. Non c’è prima il Padre e poi il Figlio. Eterno è il Padre ed eterno è il Figlio. Vero Dio il Padre, vero Dio il Figlio. Inoltre è il Verbo che ha fatto tutte le cose. È per Lui che tutto l’universo esiste. Esiste per Lui, in vista di Lui.

Questa verità è anche rivelata dal Salmo 110. Il Figlio generato dal Padre non solo è il Messia, è anche il Sacerdote che viene per compiere la grande espiazione dei peccati del mondo: “Oracolo del Signore al mio signore: «Siedi alla mia destra finché io ponga i tuoi nemici a sgabello dei tuoi piedi». Lo scettro del tuo potere stende il Signore da Sion: domina in mezzo ai tuoi nemici! A te il principato nel giorno della tua potenza tra santi splendori; dal seno dell’aurora, come rugiada, io ti ho generato. Il Signore ha giurato e non si pente: «Tu sei sacerdote per sempre al modo di Melchìsedek». Il Signore è alla tua destra! Egli abbatterà i re nel giorno della sua ira, sarà giudice fra le genti, ammucchierà cadaveri, abbatterà teste su vasta terra; lungo il cammino si disseta al torrente, perciò solleva alta la testa” (Sal 110 (109),1-7). Poiché vero Figlio del Padre, Gesù è vero Signore dell’uomo. È la sua natura divina e Persona divina che rivela la differenza tra Gesù e ogni altro uomo. Ogni uomo è stato fatto da Cristo in vista di Cristo. Cristo invece è generato dal Padre per il Padre. Questa differenza va predicata, annunziata, rivelata, manifestata, insegnata. Senza questa differenza tra Cristo e gli altri c’è solo una diversità di missione. Gesù è il Differente per Divinità, Eternità, Generazione dal Padre e anche perché di ogni uomo è il Creatore.

In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era, in principio, presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste. In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta. Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui. Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce. Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo. Era nel mondo e il mondo è stato fatto per mezzo di lui; eppure il mondo non lo ha riconosciuto. Venne fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto. A quanti però lo hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome, i quali, non da sangue né da volere di carne né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati. E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre, pieno di grazia e di verità.

Se potessi aggiungere una verità al Prologo, vi aggiungerei: “E il Verbo Incarnato si è fatto misticamente Chiesa per essere realmente, veramente, sostanzialmente presenza visibile dinanzi ad ogni uomo”. È questa la missione del cristiano: essere presenza visibile, reale, essenziale, sostanziale di Gesù nel mondo. È “incarnazione” mistica e reversibile, non personale e irreversibile come avviene per l’unione ipostatica.

Madre di Dio, Angeli, Santi, fateci vero corpo di Cristo per manifestare Cristo.

©2019 Designed By Utility Line Italia

Search