Gli AVVISI della Comunità Pastorale

Matteo #youngatcovidtime #iorestoacasa

Quando il COVID sembrava ancora lontano ho deciso di prendere come “impegno” Quaresimale quello di migliorare la mia preghiera. La frenesia ed il ritmo della routine lavorativa/quotidiana e dei mille impegni mi aveva, infatti, portato a conversazioni con Dio limitate dalla stanchezza e caratterizzate del rumore intorno a me, riducendo i momenti in cui coltivare il silenzio della Sua presenza.

 

Cos’è cambiato oggi? L’attività lavorativa è sempre molto intesa, caratterizzata, per un giurista, dall’analisi applicativa dei nuovi decreti (fortunatamente, interamente percorribile da casa). La vera differenza è fatta dalla mancanza di alcuni affetti quotidiani: la ragazza, i nonni, i parenti, gli amici e i colleghi.

 

Non ci sono solo aspetti negativi. Questo tempo è diventato occasione per prendere sul serio quel desiderio quaresimale di ascolto silenzioso e di preghiera con Dio. Avere la possibilità di gestire meglio il mio tempo mi ha permesso di coltivare la preghiera, partecipare a diverse Messe (anche settimanali) trasmesse con i mezzi di comunicazione. Non tutto è andato perso, l’importante è trasformare, come dice l’Arcivescovo, “la situazione in occasione” e, per quanto mi riguarda, tale opportunità si sta concretizzando nel cercare di ridurre la distanza con il Signore anche attraverso le preghiere per il bene comune.

 

La distanza è faticosa, ma non è vero che non si può fare nulla. Abbiamo la responsabilità di partecipare alla storia facendo quello che possiamo e riusciamo a fare …ed una cosa la possiamo fare tutti: pregare e rispettare le regole.

 

Matteo

 

©2020 Designed By Utility Line Italia

Search