Il MATERIALE della Comunità Pastorale

da alcuni articoli del “Risveglio Cristiano” scritti dalla vivace penna del prevosto don Angelo Cereda

Agosto 1947 Qualche mese fa una rappresentanza del rione delle Fornaci mi espresse il desiderio di innalzare una cappellina votiva di ringraziamento nelle vicinanze dove il 10 Settembre 1944 è caduta la bomba.
Accolsi con grande compiacenza la nobile proposta.
Marzo 1948 Il progetto è in via d’effettuazione. La Cappella sorgerà presso le fornaci sul terreno appositamente donato dal nobile Dottor Gian Luca Dho.
Settembre 1948 Mentre vi scrivo, si sta costruendo presso le Fornaci la Cappellina votiva. Lo scopo della modesta costruzione è duplice: si vuole ricordare la bomba caduta il 10 Settembre 1944 e la Peregrinatio Mariae svoltasi dal 8 al 10 Agosto 1947.
La bomba risparmiò case e persone. Conveniamo che fu una grande grazia: se il terribile ordigno fosse caduto in Comasina povera Seveso! Fu un vero favore della Madonna. È dovere di gratitudine tramandare il fatto con un monumento perenne.
Quali giorni benedetti siano stati quelli della Peregrinatio, nessun parrocchiano potrà dimenticarlo. Anche di questo avvenimento eccezionale, che tanto contribuì in parrocchia e nella zona a raddrizzare cristianamente idee e volontà, è bene rimanga un ricordo.
10 Ottobre 1948 Nel pomeriggio si svolse solenne, imponente la processione col simulacro della Vergine.
La Madonna, mentre il popolo cantava l’Ave Maria, venne tolta dal gotico portatile e sistemata nella cappella.


La cappella spicca tra il verde nel suo sobrio e puro stile lombardo. Sulla strada vicina molti parrocchiani transitano mattina e sera per recarsi al lavoro e non è escluso che possano ricordarsi di recitare una giaculatoria, un’Ave Maria o levarsi almeno il cappello.

©2020 Designed By Utility Line Italia

Search